Chi e' online

Abbiamo 114 visitatori e nessun utente online

Blog

  • Ogni Epoca ha il suo fascismo: il nostro è in camicia bianca

    Niente ritorna dopo quasi un secolo, a maggior ragione dopo un secolo di profonde trasformazioni. Meglio rassegnarsi: purtroppo il fascismo, quello che era stato annientato e che se tornasse sarebbe di nuovo sconfitto, non tornerà. La camicia nera e cialis price il saluto romano oggi servono solo a intrattenere e in particolare a distrarre l'attenzione di una sinistra disorganizzata e per questo nostalgica, che nasconde la propria passività nei confronti del più brutale e arrogante neocapitalismo sotto un antifascismo formale, d'altri tempi, decontestualizzato e pertanto astratto, la via what better viagra or cialis italiana alla correttezza politica.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Senza lucidità, razionalità, rigore non c'é sinistra

    Non sono un leghista e detesto Renzi fin da prima che diventasse potente; ma proprio non vedo cosa ci sia di fast delivery canada cialis sbagliato nel proporre che i popoli vengano aiutati nei loro paesi invece che incoraggiati a emigrare in occidente. Naturalmente si può mettere in dubbio la generic levitra sample sincerità di Salvini e del Pd o discutere delle modalità di assistenza; si deve, anzi, denunciarne l'insufficienza e www.briefhealthprograms.com chiedere che siano accompagnate da drastiche limitazioni delle ingerenze militari, commerciali e culturali (turismo incluso) in altre regioni del mondo, in altre parole la fine della globalizzazione. Ma in sé l'idea di permettere ai popoli di crescere e svilupparsi (o non crescere e non svilupparsi) in autonomia, a modo loro, è giusta. Il motivo per cui non piace a media e intellettuali è che è contraria agli interessi delle multinazionali che li pagano e che alimentano il consumismo estremo di cui ormai molti non sanno fare a meno.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Una minoranza al governo

    Due interventi sulla futura legge elettorale per dimostrare che il Pd è più liberista di Berlusconi.
    Berlusconi: "Il nuovo sistema deve portare a una maggioranza che rappresenti effettivamente la maggioranza degli elettori mentre il sistema maggioritario come è stato concepito porta alla possibilità che una minoranza possa governare contro la maggioranza degli elettori. Il che mi sembra non sia democrazia". Dunque per Berlusconi la democrazia è il governo della maggioranza (il Fatto Quotidiano definisce questo "il suo chiodo fisso", non sapendo di fargli un complimento).
    Risponde Richetti (ex Margherita, renziano della prima ora): "L'importante è che l'impostazione conservi un impianto maggioritario e che garantisca governabilità come chiesto da Renzi. Nessun ritorno a logiche da 'proporzionale' e restituzione di un best prices on genuine pfizer viagra risultato chiaro rispetto alle scelte dei cittadini". Per Richetti e Renzi la democrazia è meno importante della governabilità e in nome dell'efficienza e www.cvillemade.com del decisionismo una minoranza incapace di maria-mendes.com ottenere un ampio consenso deve lo stesso ottenere il controllo assoluto del paese.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Le cause del degrado in via d'importazione in Italia

    Il congresso repubblicano, sicuro dell'appoggio di Trump, ha appena cancellato una legge passata nel 2012 dopo che un ventenne squilibrato uccise venti bambini e altre sei persone in una scuola elementare. La legge si limitava a imporre controlli al momento della vendita delle armi in modo da non farle andare in mano a persone afflitte da brand viagra canada gravi problemi psichiatrici. Ma alla lobby delle armi questo non andava bene e neppure alla destra liberista, che ai suoi sostenitori, lasciati alla mercè delle multinazionali e già privati di assistenza sociale e di solidarietà umana, deve almeno offrire il senso di potenza che danno le pistole e i fucili a ripetizione.
    Perché lo racconto? Non per farvi sentire molto migliori di questi americani (una minoranza ma decisa e organizzata): troppo facile. E neppure per mostrare dove ci sta facendo precipitare Trump: a voi che non vivete qui, giustamente, che ve ne frega? Lo racconto perché le cause di questo degrado sono due ed entrambe in via d'importazione in Italia, inizialmente da Berlusconi fra molte resistenze e buy abilify online uk adesso senza alcuna opposizione dal Pd renziano. Eccole:

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Tertium non datur

    Come mai Renzi e la sua banda possono continuare a sentirsi i padroni non solo del Pd ma anche dell'Italia? Come mai, malgrado la pesante sconfitta, possono continuare a fare quello che vogliono? Per una sola ragione: che una significativa parte della sinistra, inclusa quella radicale, si è fatta convincere dagli stessi media di cui quotidianamente sperimenta e denuncia la we recommend parzialità, che un successo del M5S sarebbe un salto nel buio. Bevendosi ingenuamente, o più spesso in malafede, assurdi paralleli con il fascismo e con il nazismo o anche il trumpismo, tutti e tre fenomeni apertamente reazionari, nel senso che non nascondevano affatto i loro intenti, anzi li ostentavano perché era quello che la gente voleva sentire. Il M5S non ha nulla a che vedere con il fascismo, né a livello di cialas canada pratiche politiche né di retorica – certamente meno del Pd, reduce dal fallito colpo di stato soft dell’Italicum e della riforma costituzionale e già pronto a riprovarci.

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Il senso profondo della vittoria referendaria

    Nelle nebbie del politicismo e buy cialis online fast delle strumentalizzazioni della crisi di governo rischia, dal punto di vista dell’immagine complessiva, di smarrirsi il senso profondo della vittoria referendaria. E’ bene ricordarlo: premesso che lo strumento referendario nell’occasione è stato messo in moto dallo stesso Governo alla ricerca di una legittimazione popolare mai avuta e che le stesse riforme costituzionali erano state promosse dall’Esecutivo. Un passaggio che ha di fatto identificato la riforma con il Governo: una vera pericolosa anomalia istituzionale. 

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • La milano dove ha vinto il sì.

    La Milano dove ha vinto il sì.

    Milano non è solo la più grande città del Paese per ricchezza prodotta. È anche la città più sensibile d’Italia ai discorsi sulla governabilità, sull’equilibrio, sulla stabilità, in nome dei daneé da conservare, dei soldi da moltiplicare, del potere da accrescere.

    A Milano si è affermato un banchiere che si chiamava Michele Sindona, che insegnava ai milanesi come non pagare le tasse (e, già che c’era, riciclava i soldi di Cosa nostra). A Milano è nato il craxismo, poi il bossismo, poi il berlusconismo. A Milano, proprio nel centro, collegio 1, veniva eletto il senatore Marcello Dell’Utri, ora in carcere per i suoi rapporti con la mafia.

    I suoi elettori si sono ora convertiti alla “governabilità” di Renzi e al sostegno del sì. Felici del passo avanti. Ma il Pd, invece di gioire acriticamente considerando Milano “all’avanguardia nell’innovazione politica”, forse farebbe bene a interrogarsi perché, in tutta questa modernità, ha conquistato il centro ma ha perso le periferie e i giovani.

     

    Commenta per primo! Leggi tutto...
  • Font size:
  • Decrease
  • Reset
  • Increase

Ambiente - Salute (14)

Giovedì, 13 Ottobre 2016 17:44

Firmiamo la petizione di Greepeace

di
Vota questo articolo
(0 Voti)

Greenpeace ha lanciato una petizione a favore delle fonti energetiche rinnovabili e per il fermo delle trivelle nei nostri mari. ho aderito alla petizione con la seguente motivazione.

Domenica 15 maggio 2016 la Germania che non è un paese mediterraneo ha prodotto 45,5 givawatt dalle energia elettreic da fonti rinovabili su un consumo di 45,8 gigavatt. Le fonti di energia rinnovabile principalemente sono eolico e fotovoltaico. Ovviamente è un dato simbolico considerato che di domenica le industrie e in genenre tutte le attività produttive erano chiuse. Ma il dato è egualmente straordinario. Questi risultati in Italia ce li sogniamo. La Germania sta smantellando tutte le centrali nucleari che di solo smantellamneto avranno un costo enorme; circa 23 miliardi di euro. Il programma per il futuro è di generare oltre il 40% di elettricitaà da fonti rinnovabili entro il 2025 e il 60% entro il 2035.

Perché questo non dovrebbe essere possibile in Italia paese del mediterranoeo del sole e del vento?

Giovedì, 25 Agosto 2016 10:55

Il terremoto siamo noi

di
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il nostro paese, titola il manifesto, sotto una foto presa dall’alto di Amatrice devastata. È il titolo che condivido. Il nostro paese, stupendo e canada cialis prescription fragile. Spesso diviso ma capace di grandi solidarietà, come quella che già si dispiega e che crescerà nei prossimi giorni. Anche il titolo del Giornale ha un viagra professional 100 mg senso: “Forza italiani, Forza Renzi”. Davanti a 247 italiani morti, a paesi cancellati, ai dispersi, ai feriti, una nazione deve sapersi unire. Il governo non è di una parte, è di tutti. E tutti speriamo, vogliamo e crediamo che non si ripeta, questa volta, lo spettacolo delle promesse non mantenute, che non si ripeta l’oltraggio degli interessi che prevalgono sulle necessità e sul dolore. “Belice 1968, Friuli 1976, Irpinia 1980, Abruzzo 2009”, il Fatto Quotidiano ricorda le più recenti analoghe tragedie e titola “Un altro terremoto. I soliti coccodrilli”. “Nessun pianga -scrive per La Stampa Antonio Scurati- Non una sola lacrima mediatica sia versata per Amatrice a favore di telecamere o di obiettivi fotografici”. Bisogna aiutare in silenzio, ascoltare con attenzione, promettere poco e impegnarsi a fare più di quello che si promette. “Noi italiani moderni -prosegue Scurati- siamo figli del melodramma. Abbiamo Verdi come padre. Il genio di Busseto c’insegnò che nel pianto, nella lacrima di commozione, si distilla la buy seroquel without a prescription verità della condizione umana. Ma ciò che nell’arte è sublime, nella vita è nevrosi o, peggio, colpevole inerzia. Risparmiamo, dunque, il pianto e prodighiamo ogni sforzo per rifondare il Paese, i paesi.”

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un “disguido”. Cioè un mero errore d’interpretazione o di valutazione degli atti predisposti dalla Regione Siciliana che ha consentito al Pentagono di fare un piccolo passo avanti nella costruzione del terminale terrestre del MUOS di Niscemi. Così, in barba al decreto di revoca delle autorizzazioni ai lavori d’installazione delle tre mega-antenne del nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari all’interno della riserva naturale “Sughereta”, firmato a Palermo lo scorso 29 marzo, tecnici ed operai hanno ottenuto l’Ok a completare pure il terzo traliccio dell’impianto di morte della Marina militare Usa.

Ultima modifica il Martedì, 23 Aprile 2013 06:13
Vota questo articolo
(0 Voti)

 A Niscemi (Sicilia), all’interno di una riserva naturale (area SIC), sono in corso i lavori di realizzazione di uno dei quattro terminali terrestri del MUOS (Mobile User Objective System), il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari della Marina militare degli Stati Uniti d’America.

Il MUOS dovrà assicurare il collegamento della rete militare Usa (centri di comando, controllo e logistici, le migliaia di utenti mobili come cacciabombardieri, unità navali, sommergibili, reparti operativi, missili Cruise, aerei senza pilota, ecc.), decuplicando la velocità e la quantità delle informazioni trasmesse nell’unità di tempo e get cialis fast rendendo sempre più automatizzati e disumanizzati i conflitti del XXI secolo. Con la conseguenza di accrescere sempre più il rischio di guerra (convenzionale, batteriologica, chimica e/o nucleare) anche per un mero errore di elaborazione da parte dei computer.

Ultima modifica il Domenica, 14 Aprile 2013 15:55
Vota questo articolo
(0 Voti)

Innanzitutto dobbiamo dire che il cuore non è una semplice pompa che irrora il sangue verso tutto il nostro corpo ma è anche un centro energetico delle nostre emozioni, un organo sensoriale. E’ come se fosse un modem che scambia continuamente informazioni con il mondo che ci circonda.

Attraverso il cervello elabora le informazioni e produce le risposte per tutto ciò che accade dentro di noi e intorno a noi.

Per questo motivo i nostri atteggiamenti, le nostre emozioni, le nostre reazioni possono ucciderci come possono farci sentire bene.

Corpo, Cuore, Mente lavorano in stretta sinergia, un sistema pienamente integrato.

Questa scoperta avvenne nel febbraio del 2005 da un gruppo di ricercatori della John Hopkins.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 03 Aprile 2013 00:00
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il terminale terrestre del MUOS, il nuovo sistema di telecomunicazione satellitare delle forze armate USA in costruzione a Niscemi, è un’opera “in contrasto” col vincolo paesaggistico, “priva di valida autorizzazione” e, quindi, “abusiva ed illegittima”. Ad affermarlo il procuratore della Repubblica di Caltagirone Francesco Paolo Giordano, che ha pure rilevato come le autorizzazioni concesse della Regione siciliana “non appaiono esaurienti e presentano carenze di approfondimento, studio, analisi e valutazione”. Il 17 settembre scorso il dottor Giordano ha così richiesto ed ottenuto il sequestro preventivo dei cantieri, anche se poi il Tribunale di Catania ha annullato in tempi record il provvedimento emesso dal Gip di Caltagirone, Salvatore Acquilino. Adesso sarà la Cassazione a doversi pronunciare sulla veridicità e la legittimità delle conclusioni dei magistrati calatini. La decisione è attesa entro la fine del 2012.

Ultima modifica il Giovedì, 27 Dicembre 2012 00:19
Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 08 Ottobre 2012 17:50
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ho 32 anni e ordering viagra vi scrivo dalla provincia di Cosenza.

Sono figlia orfana del caporale di macchina,Nicodemo Baffa, della nave traghetto Moby Prince,quella nave che nell'Aprile del 1991 entrò in collisione con la nave petroliera Agip Abruzzo.

Quest'anno a Livorno il 10 Aprile verrà commemorato il 21 anno della più grande tragedia civile della Marina Italiana ed io mi chiedo come mai su cialis online uk questa vicenda sia calato il buio mediatico ed anche quello dell'ingiustizia.Casualità?Sfortuna?O semplicemente tutto studiato ad hoc per insabbiare una vicenda troppo scomoda.

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Maggio 2012 22:03
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Lomellina e il Pavese vedono da cialis india circa un wholesale cialis anno i lavori per la costruzione del nuovo elettrodotto da 380000 volt tra Trino Vercellese in Piemonte e Lacchiarella, vicino a Milano.

Per almeno tre tipi di vantaggi, sostiene Terna. Benefici ambientali: "Verranno demoliti circa 44 km di linee elettriche". Benefici economici: "Risparmio per i cittadini per oltre 50 milioni di euro l'anno." Benefici elettrici: "sbottigliamento di 500 MW di capacita' produttiva piu' efficiente"; inoltre "riduzione delle perdite di rete di 215 milioni di kWh/anno". Speriamo, vogliamo credere. Allegro, anche se inconsueto per gli elettrotecnici, il neologismo "sbottigliamento". Divertente poi veder fare a pezzi e buttar giù vecchi tralicci dfi ferro.

Mercoledì, 04 Aprile 2012 22:19

L'Avvelenata, cronaca di una deriva

di
Vota questo articolo
(0 Voti)

 documentario: L'avvelenata cronaca di una deriva

L'avvelenata-cronaca di una deriva è una operazione di recupero della memoria collettiva:
Il 14 dicembre del 1990, la motonave Rosso si arena sulla spiaggia delle Formiciche, nel comune di Amantea, in provincia di Cosenza. Prima del suo ultimo viaggio, la Rosso, con il nome di Jolly Rosso era stata affittata dal governo italiano per trasportare rifiuti tossici dal Libano all'Italia ed era conosciuta come nave dei veleni.

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Aprile 2012 22:32