Sabato, 26 Ottobre 2019 00:13

Non biasimatela ha pagato con la vita

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Sono veramente molto, molto dispiaciuta, mamma e papà, il mio viaggio verso una terra straniera è fallito. Sto morendo. Non riesco a respirare. Vi amo tanto. Mi dispiace, mamma". Sono le ultime parole di Pam Thi Tra My, 26 anni, vietnamita. I suoi familiari hanno ricevuto il suo straziante messaggio d’addio due ore prima che il container arrivasse al terminal di Purfleet, in Inghilterra. Si, è vero, secondo il fratello aveva pagato 30mila sterline ai trafficanti. E' una colpa? Altrettanto vero è che era una giovane donna che sognava una vita migliore, un futuro libero. In un paese libero, democratico, che le desse una chance, libera delle oppressioni del regime comunista vietnamita.

Ha messo tutto sulla carta della fuga, pagata ai trafficanti. Non biasimatela. Ha pagato con una vita. Rendetevi conto che moltissime persone vedono ancora nelle nostre società anche dei modelli, dei posti desiderati, dove vivere, crescere. Si sarebbe potuto arricchire in Cina, ma voleva vivere da noi nella libertà. Se non ti ribelli, ti puoi arricchire da altre parti più facilmente. Siamo ancora un faro di libertà per molte persone. Nella tristezza per la morte delle persone in quel modo cosi atroce, possiamo trovare un motivo per rendere le nostre società ancora più libere, dando a tutti una piccola ma reale chance di immigrare. Non per tutti, non per moltissimi, ma per alcuni. Per tenere viva la sperenza, senza doversi affidare ai trafficanti. Come Pam Thi Tra My, 26 anni.

Letto 58 volte Ultima modifica il Sabato, 26 Ottobre 2019 00:27
Devi effettuare il login per inviare commenti

Bacheca

Calendario Eventi

Novembre 2019
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Associazione Democrazia e Legalità

  Via dei Coronari, 61 - Roma

  06 6290138

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Democrazia e Legalità
Periodico on-line
Tribunale di Firenze n. 5375

NEWSLETTER