Venerdì, 01 Novembre 2019 12:34

La destra non vota la commissione contro l'odio razziale

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Nel giorno dell’approvazione al Senato della proposta della senatrice Liliana Segre di costituire la Commissione parlamentare contro l’odio razziale, la destra italiana in parlamento si astiene. Liliana Segre miracolosamente sopravvissuta ad Auschwitz, è incredula dichiara: “E’ incomprensibile chi ha votato contro la commissione sull’odio e poi mi ha applaudito”. La proposta meritava di essere votata anche da parte della destra che ha perso un’occasione unica per dimostrare di essere una destra liberale. Invece c’è un ritorno mostruoso al passato al nazifascismo. Come potrebbe essere altrimenti interpretato il silenzio, l’astensione, da parte del centrodestra. La Carfagna si dissocia è parla di tradimento dei valori fondanti di forza Italia che va a rimorchio e perde la propria identità.

Liliana Segre e tutte le vittime del nazifascismo avrebbero meritato un netto si senza se e senza ma. Il voto è molto preoccupante. Si avvertono i venti di una destra razzista, xenofoba, anticostituzionale che “protegge, alleva e alimenta orde di belve assetate d’odio e che strizza l’occhio ai fascisti che non festeggiano il giorno della liberazione”. Un segnale che non va sottovalutato. Le destre che dicono prima gli italiani, che non si preoccupano degli italiani che emigrano all’estero, che vogliono allontanare gli zingari ai margini delle città, che rifiutano gli immigranti che sfuggono dalla fame e dalle guerre, sono le nuove destre illiberali che tentano di prendere il potere in Italia ed in Europa in nome di un nazionalismo e sovranismo becero che nega i diritti primari dell’umanità, strumentalizzando ed alimentando paure e insicurezza generate dalla stessa propaganda da loro stesse istigata. È la destra europea dei poteri forti ed assoluti, la destra che non legittima gli altri partiti, sta portando i popoli europei verso l’abisso. Vanno fermati democraticamente, col voto. Prima che sia troppo tardi.

Letto 84 volte
Luigi Villani

Amministratore di Democrazia e Legalità

Altro in questa categoria: « Non biasimatela ha pagato con la vita
Devi effettuare il login per inviare commenti

Bacheca

Calendario Eventi

Novembre 2019
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Associazione Democrazia e Legalità

  Via dei Coronari, 61 - Roma

  06 6290138

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Democrazia e Legalità
Periodico on-line
Tribunale di Firenze n. 5375

NEWSLETTER