Giovedì, 09 Aprile 2020 18:23

Coronavirus. Colpo di spugna?

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'emendamento al DL 17/2020 che pone a riparo i politici. Nella fase di conversione del DL Cura Italia sottolineo due emendamenti ad opera dei parlamentari Paola Boldrini (che non ha nulla a che vedere con l’ex Presidente della Camera) e Stefano Collina componenti della 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità ambedue del PD. Ambedue hanno proposto un emendamento il n. 1000/58 che pare sia un “sotto emendamento all’emendamento dello stesso Governo (n. 1.100) ove chiedono di aggiungere l’art. 16 bis formato da 4 commi. Questa la proposta:

All'emendamento 1.1000, dopo la lettera k), inserire la seguente: ''Art. 16-bis. 1. Le condotte attive e omissive dei datori di lavoro, pubblici e privati, degli esercenti le professioni sanitarie e degli operatori socio sanitari impiegati nell'ambito o a causa della gestione dell'emergenza COVID-19, che abbiano cagionato danni agli stessi professionisti ed operatori, non determinano responsabilità, né personale né solidale, di ordine penale, civile e amministrativo-contabile, se giustificate dalla necessità di garantire, sia pure con mezzi e modalità non pienamente conformi ai migliori standard di sicurezza, la continuità dell'assistenza sanitaria indifferibile in regime ospedaliero, in regime ambulatoriale e domiciliare o in altro luogo comunque autorizzato, durante la fase emergenziale, alla prestazione di attività di cura e assistenza. 2. Gli eventi dannosi causati agli esercenti le professioni sanitarie e agli operatori socio sanitari dalle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall'insufficiente o inadeguata fornitura dei dispositivi di protezione individuale, possono essere imputati a titolo di responsabilità civile soltanto alla struttura sanitaria o socio-sanitaria. 3. È limitata ai soli casi di dolo o colpa grave la responsabilità civile, penale e amministrativo-contabile dei titolari di organi di indirizzo o di gestione che, nel corso dell'emergenza sanitaria in atto, nell'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, anche normative od amministrative, abbiano adottato ordinanze, direttive, circolari, raccomandazioni, pareri, atti o provvedimenti comunque denominati, la cui concreta attuazione, da parte delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, degli esercenti le professioni sanitarie, degli enti preposti alla gestione dell'emergenza o di altri soggetti pubblici o privati tenuti a darvi esecuzione, abbia cagionato danni a terzi. 4. La valutazione della gravità della colpa, nelle ipotesi di cui al comma 3, è operata anche in considerazione della eccezionalità e novità dell'emergenza, dei vincoli di spesa previsti a legislazione vigente in materia di servizio sanitario nazionale e della difficoltà di reperire tempestivamente dispositivi medici e di protezione individuale sul mercato nazionale ed internazionale. I primi due commi affrontano un argomento quello di preservare i sanitari, mentre gli ultimi due rappresentano il “colpo di spugna”. L’operazione del PD che secondo mira a preservare tutti coloro che possano avere qualche responsabilità. Fra loro vi potrebbero essere anche Conte, Borrelli e Arcuri. Ma c’è di più. Se sono intelligenti quelli dell’opposizione dovrebbero votare anche loro a favore dal momento che l’emendamento in questione preserva i presidenti regionali Leghisti e non, inclusi assessori, incaricati regionali e commissari vari oltre ai sindaci che si dovessero scoprire omissivi. Stiamo scrivendo ovviamente di responsabilità per colpa di coloro che abbiano emesso o abbiano omesso provvedimenti dopo l’efficacia del dl 18 del 17/03/2020. L’art. 16 bis, se recepito dal Parlamento, sanerebbe le negligenze gravi che hanno causato vittime e danni in questa emergenza di coloro che se ne fossero macchiati dopo il 17 marzo e non anche per fatti antecedenti; per l’irretroattività degli effetti delle leggi. Oggi, a leggere le notizie pare che l’opposizione non voterà la conversione in legge del DL 18/2020 e quindi vivrebbe a tale proposito di rendita altrui se così si può dire.

Letto 251 volte
Luigi Villani

Amministratore di Democrazia e Legalità

Devi effettuare il login per inviare commenti

Bacheca

Calendario Eventi

Agosto 2020
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Associazione Democrazia e Legalità

  Via dei Coronari, 61 - Roma

  06 6290138

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Democrazia e Legalità
Periodico on-line
Tribunale di Firenze n. 5375

NEWSLETTER