• Riprendiamo il nostro percorso

      A distanza di quasi un anno, dopo aver subito diversi hackeraggi, abbiamo recuperato tutti i nostri articoli ed archivi, cambiato Host ed eccoci qui a riprendere il cammino. I vecchi articoli saranno pubblicati man mano con le vecchie date attraverso un’azione di recupero che comporterà un grande lavoro.

    Il nostro Giornale on line, omonimo di Democrazia e Legalità, associazione voluta da Elio Veltri nel lontano 1997, riprende le sue pubblicazioni iniziate nel 2001, con l'apporto di Amelia Beltramini, (Provincia Pavese, Panorama, Il Mondo, Focus, docente di giornalismo medico scientifico) in qualità di direttore responsabile. Ad Amelia Beltramini diamo il benvenuto augurandole buon lavoro. Siamo convinti che la sua firma darà lustro al nostro giornale on line in coerenza con il pensiero liberale per l’affermazione della democrazia, la diffusione delle idee di libertà, l’antifascismo su cui si basa la nostra Costituzione, la diffusione del pensiero antimafia e anticorruzione mali antichi della nostra martoriata penisola. Alla Beltramini va il nostro ringraziamento per aver accettato.

    Luigi Villani

Sabato, 14 Settembre 2019 11:31

Revoca Si/ revoca NO. concessione autostradali ai Benetton

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono sempre stato contrario alla "revoca" delle concessioni autostradali, ritenendo più sensata la "revisione" di tali concessioni, attualmente troppo sbilanciate in favore del privato a discapito dello Stato. Ma dopo quello che sta emergendo dall'indagine della Procura di Genova, con l'ordinanza di custodia cautelare da parte del Gip nei confronti di alcuni tecnici di Autostrade per l'Italia, credo che la revoca alla società dei Benetton sia doverosa! Falsi report sulle condizioni di alcuni viadotti, anche dopo il crollo del Ponte Morandi; attività di bonifica dei computer; installazione di telecamere finalizzate ad impedire l’attivazione delle intercettazioni da parte degli inquirenti e nell’utilizzo di disturbatori di frequenza per ostacolare quelle già in corso; dipendenti indagati, “istruiti” prima degli interrogatori da parte della Guardia di finanza e in un caso convocati in un hotel romano per una sorta di “discorso motivazionale”. In un altro Paese, tipo gli U.S.A., quanto emerso avrebbe provocato uno scandalo di proporzioni planetarie; in Italia non succede nulla. Sì dirà: se ci sono stati reati lo stabilirà la magistratura, certo! Ma vi è anche un piano morale, ed i fatti restano tali, a prescindere dalla questione penale. Questo "nuovo" Governo ha un'occasione storica, a mio avviso, per mettere la società dei Benetton alla porta, vedremo il M5S e soprattutto il Pd se la sapranno cogliere, o si dimostreranno per l'ennesima volta asserviti a certi "potentati".

In un altro Paese, tipo gli U.S.A., quanto emerso avrebbe provocato uno scandalo di proporzioni planetarie; in Italia non succede nulla. Sì dirà: se ci sono stati reati lo stabilirà la magistratura, certo! Ma vi è anche un piano morale, ed i fatti restano tali, a prescindere dalla questione penale. Questo "nuovo" Governo ha un'occasione storica, a mio avviso, per mettere la società dei Benetton alla porta, vedremo il M5S e soprattutto il Pd se la sapranno cogliere, o si dimostreranno per l'ennesima volta asserviti a certi "potentati".

Letto 65 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Settembre 2019 11:44
Altro in questa categoria: « Mala Tempore currunt
Devi effettuare il login per inviare commenti

Bacheca

Calendario Eventi

Ottobre 2019
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Associazione Democrazia e Legalità

  Via dei Coronari, 61 - Roma

  06 6290138

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Democrazia e Legalità
Periodico on-line
Tribunale di Firenze n. 5375

NEWSLETTER